Archive | marzo 2012

Capire un film alla quarta visione.

Questa non è una recensione, tanto che durerà solo pochissime righe.

Questo pomeriggio ho visto nuovamente Shelter – Identità paranormali, e ci tenevo a scrivere che FINALMENTE L’HO CAPITO!
La prima volta ero occupato a sbavare su Jonathan Rhys Meyers, quindi capitemi…

Allego trailer in italiano. Davvero un film con i coglioni. 😀

Annunci

Figo del sabato/Boys.

Un bel maschietto per augurare un buon sabato 🙂

E’ colui che amo e amerò.



Esmeralda
Potrei sapere adesso chi sei?
Con chi ho l’onore di essere in due?

Gringoire
Io sono il poeta Gringoire, l’aria lieta in questa città

Esmeralda
L’aria lieta in questa città

Gringoire
Non mi perdo in donne ma tu,
se ti va, se vuoi,
tu sarai musa e ispiratrice… ti va?

Esmeralda
Tu che vivi di poesia, tu che leggi e scrivi saprai
Febo che nome è…

Gringoire
Ma che nome afoso che ha…
Chi lo porta? Chi mai sarà?

Esmeralda
È colui che amo e amerò

Gringoire
È latino, detto tra noi, Febo è il sole
e adesso lo sai

Esmeralda
Febo per me è il sole.

Esmeralda
Febo è bello come il sole
Forse è un principe, un re
Sveglia in me l’amore che
In me non c’era e adesso c’è
Febo è bello come il sole
Forse è un principe, un re
Verrà
con
me

Fiordaliso
Febo è bello come il sole
E non ha moralità
È un soldato e scapperei
Ma più mi stringe e più mi attrae
Febo è bello come il sole
E non ha moralità
Verrà
con
me

Esmeralda & Fiordaliso
Febo è bello come il sole,
Meraviglia d’uomo mio
E mi avrà mi prenderà
E per la vita mi amerà
Febo è bello come il sole,
Meraviglia d’uomo mio
Febo è bello come il sole
Verrà
con
me

Stupenda parodia per Girl Gone Wild. Da vedere!

I motosienna hanno sfornato la loro prima parodia (dicono che ce ne saranno anche delle altre).
Che dire? LI AMO!

Citazioni.

Noi serial killer siamo i vostri figli, i vostri mariti, siamo ovunque.

Ted Bundy.

Il suono del mare/Poesie.



Freddo sei,
nel tuo quieto camminar di cui ti vanti,
è il suono degli amari rimpianti.

Amore, l’orizzonte della pace
è la terra lontana per il veliero disperso,
ma tu non ti arrendi queste sciocche brame.

Si riflette nei tuoi occhi
la luce del cristallo e dell’argento,
quei freddi passi che sento volteggiando,
il momento nel quale ti osservo distratto.

E da lontano ti chiamo, innamorato,
a dividerci le onde.

Anima mia,
mai avrei potuto odiar tanto il suono del mare
.