Ahmed, lo vogliono uccidere perché gay.

Iraq.

E già ho detto tutto.
Ahmed (che non è altro che un nome di fantasia) ha una storia con un uomo, che tuttavia si deteriora a causa di un tradimento da parte di quest’ultimo.

Tuttavia il compagno di Ahmed (stronzo e puttana) decide di spedire allo zio di Ahmed delle foto di loro due in atteggiamenti intimi, aggiungendo la scritta: «Tuo nipote è una delle puttane gay più famose di Baghdad, e tutta la città sa delle sue abitudini».

La… “tradizione”, per quanto macabra, prevede che sia la famiglia ad uccidere il figlio, nipote o parente in genere che commette atto di omosessualità.
Però la sorella di Ahmed riesce fortunatamente ad avvisarlo e gli suggerisce apertamente di scappare. «Lo preferisco lontano ma tranquillo piuttosto che vicino e sottoterra».

Ora Ahmed è riuscito a scappare e si trova negli Stati Uniti. Solo, apparentemente infelice, tradito dalla propria famiglia e dal proprio compagno.
Tradito da un sistema che non funziona più.
Perché in Italia la situazione farà anche schifo, ma lì si rischia la morte. E questo fa riflettere sull’uomo e sul cervello che possiede, che spesso non utilizza.

Fonte: frontierenews.it

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: